Home 

Tecniche di domanda  

Definizioni

Problema, setting, solving

Orientarsi al problema

Aree di interesse

Quando ricorrere al problem setting

Metodologia

Tecniche e Strumenti

Una nuova professione

Link

 

Mappa del sito

Per analizzare le carenze, i bisogni, i disagi, i desideri, basta porsi queste semplici domande: che manca? Che voglio? Che voglio cambiare? Che voglio essere, avere, fare? Che voglio sapere? Che voglio far sapere?

Tuttavia è possibile usare tecniche e strumenti per porre le domande.

Ecco alcuni tipi di domande:

Domande per sapere: mi dici...?

Domande per avere: mi dai...?

Domande per raggiungere uno scopo: come faccio a...?

Domande di chiarimento o precisazione: che cosa intendi per...?

Domande che contengono o orientano la risposta: hai paura che succeda questo se...?

Domande che si aprono verso argomenti nuovi: che succederà se...?

Interrogatorio: colpevole o innocente?

Inchiesta: che è successo...?

Questionario

Domande a risposta chiusa e strutturata o a risposta libera

Domande incrociate: sei contrario al nucleare? sei favorevole ad acquistare energia all'estero? (due sì sono contraddittori).

L'enunciazione della domanda può esser fatta con il discorso diretto (mi dai il cappotto?) o con il discorso indiretto (chiedo che mi sia consegnato il cappotto all’uscita).

Le tecniche di domanda si usano in molti campi professionali, dalla psicoterapia alle ricerche sociologiche e di mercato.

Le domande possono essere formali e informali, strutturate o non strutturate. Le domande informali sono quelle normalmente usate nella conversazione. Le domande strutturate possono avere la forma di questionari o di maschere per l'inserimento dei dati.

Le risposte possono essere aperte o chiuse, strutturate o non strutturate.

Le domande possono essere dirette (chiedono ciò che si vuol sapere) o indirette (chiedono qualcosa di collaterale a ciò che si vuol sapere). In questo caso le risposte vanno incrociate per ottenere significati validi.

Le domande possono essere poste a se stessi, ad altre persone, a software e a data base. In questo caso parliamo di query, e siamo più nel campo delle tecniche di ricerca.

Bisogna distinguere inoltre fra le domande che si fanno per sapere qualcosa, per acquisire dati, e quelle relative al problem setting. In questo caso abbiamo una domanda preliminare che ci poniamo a monte del problema, e una domanda che conclude la formulazione del problema. Alla domanda preliminare si risponde con il problem setting, alla domanda conclusiva si risponde con il problem solving.

Dall'intelligenza o precisione della domanda dipende il valore della risposta. "Perché non me l'hai detto?" "Perché non me l'hai chiesto." Spesso si chiede una cosa per l'altra, e ci si meraviglia di ricevere risposte inopportune. 

Tuttavia spesso anche le risposte vengono date in modo falso e convenzionale, perché si ritiene sconveniente dire ciò che si pensa davvero. In questi casi un sondaggio fatto bene porrà domande incrociate per confrontare le risposte e rilevarne la coerenza. 

Tecniche e strumenti - Tecniche di analisi

Tecniche di domanda

Tecniche di ricerca

Analisi di tendenza

SWOT analysis