Home  

Problem solving come progetto

Definizioni

Problema, setting, solving

Orientarsi al problema

Aree di interesse

Quando ricorrere al problem setting

Metodologia

Tecniche e Strumenti

Una nuova professione

Link

 

Mappa del sito

Una volta definito con chiarezza il problema in tutti i suoi aspetti, si può passare alla fase del problem solving. 

Il problem solving viene bene solo se è preceduto da un corretto problem setting.

Chi ha definito il problema può affrontarne anche la soluzione. Più spesso però i manager di alto livello pongono il problema e ne affidano la soluzione a livelli più bassi.

Problem setting e problem solving sono processi articolati e complessi, che si svolgono secondo le modalità di un progetto.

Il problem setting sta a monte del project management, in quanto se un problema non è definito è impossibile mettere mano ad un progetto.

Oppure il project management è il sistema che gestisce tutto il processo progettuale, dal problem setting all’outpout finale del progetto.

Si tratta di scegliere il punto di vista. Se si parte dalla carenza iniziale si è orientati al problema e alla sua definizione, da cui dipende tutto il resto. Se si parte dagli obiettivi che si intende raggiungere si è orientati al progetto, che comprende vari problemi da definire e da risolvere.

Il problem setting definisce il problema, il project management ne gestisce la soluzione.

Il project management scompone il problema in problemi più piccoli, li affida ai responsabili, pianifica la successione delle operazioni nel tempo, gestisce l'avanzamento del progetto fino alla sua conclusione.

Le fasi tipiche del project management sono in "Problem solving". Il più diffuso programma informatico con cui si gestiscono i progetti è MS Project.

In questo caso andrà costituito il team di problem solving.

Il processo di soluzione del problema va organizzato con le tecniche di project management.

Si parte dal briefing, dove vengono descritte tutte le specifiche del problema da risolvere e del progetto da gestire. Si procede con la gerarchizzazione dei problemi, dai problemi generali ai sottoproblemi. Si passa quindi alla pianificazione applicando la tecnica della work breakdown structure (WBS), con cui si suddividono i compiti in singole attività, si disegnano i diagrammi PERT e Gantt per visualizzare la struttura logica e la programmazione temporale delle operazioni. Si confrontano le soluzioni attese con quelle ottenute, e si fa una relazione con le soluzioni ottenute. Si conclude con il debriefing, discussione finale su tutto il processo di problem solving. 

Link

Metodologia - Problem solving

Briefing

Gerarchizzazione

Pianificazione

Soluzioni

Debriefing