Home

Problema e pensiero

Definizioni

Problema, setting, solving

Orientarsi al problema

Aree di interesse

Quando ricorrere al problem setting

Metodologia

Tecniche e Strumenti

Una nuova professione

Link

 

Mappa del sito

L'arte di pensare, come dice Alberto Oliverio, è anche l'arte di porsi problemi, che crescono insieme con noi, man mano che la nostra mente diventa più potente e più complessa.

Ma il pensiero non è unico. Si basa su diversi tipi di intelligenza: logica, analogica, sistemica, visiva, motoria, emotiva.

Quando affrontiamo un problema, usiamo tutti i tipi di intelligenza. Tuttavia nella fase di setting del problema si usano soprattutto il pensiero logico, analogico e sistemico. 

Il pensiero logico è deduttivo (dall'idea generale ai casi particolari) o induttivo (dai casi particolari all'idea generale), con struttura gerarchica e lineare: da A dipende B, da B dipende C, ecc. E' molto utile per sistemare, organizzare, definire.

Il pensiero analogico mette in relazione una cosa con l'altra, cercando analogie o diversità. E' laterale, perché si allontana dalla linea logica con il gioco delle metafore, delle visualizzazioni, delle similitudini. E' utile per aprire nuove vie.

Il pensiero sistemico crea visioni sintetiche di situazioni molto complesse, ricche di dati, interdipendenti l'una dall'altra.

Il problem setting usa tecniche di stimolazione della creatività, come il brainstorming e la sinettica.

Il problem setting è una combinazione fra slancio creativo e metodo.

Il problem setting tiene in gran conto il pensiero analogico e il pensiero sistemico. 

Il pensiero analogico opera per somiglianze, per confronti spesso improbabili, ma fruttuosi di nuove prospettive. 

Il pensiero sistemico opera per larghe sintesi, e aiuta ad orientarsi in situazioni molto complesse e ricche di dati (Oliverio, p. 72 e 101).

Una teoria che riduce i comportamenti umani a nove tipi fondamentali è l'Enneagramma, ideato da Gurdjeff alla fine dell'800 e sviluppato da altri in tempi recenti, applicandolo anche al mondo dell'impresa e a sviluppi informatici.

Howard Gardner sostiene che non abbiamo un'intelligenza unica, ma sette tipi diversi di intelligenza, ognuno dei quali può avere la prevalenza nelle diverse persone.

Le sette intelligenze sono:

  • Intelligenza visiva/spaziale
  • Intelligenza musicale
  • Intelligenza verbale
  • Intelligenza logico/matematica
  • Intelligenza interpersonale
  • Intelligenza intrapersonale
  • Intelligenza corporea / cinestetica

La prevalenza di un tipo o dell'altro di intelligenza ci porta a definire i problemi in modo visivo, verbale, logico.

Link

Orientarsi al problema

Il leader e il problema

Problema e pensiero

La domanda

Emergenza

Problem setting e gioco

Problema e regalo

Problema e conflitto

Problem setting e creatività

Problema e plot narrativo

Apprendere dall'esperienza

Sensemaking e problema