Home 

Il ciclo ORGI

Definizioni

Problema, setting, solving

Orientarsi al problema

Aree di interesse

Quando ricorrere al problem setting

Metodologia

Tecniche e Strumenti

Una nuova professione

Link

 

Mappa del sito

E' un modello di semplificazione di cicli intrapsichici complessi.

Quando ci troviamo di fronte a qualcuno, osserviamo ciò che ci si presenta davanti, reagiamo in qualche modo, giudichiamo in base a ciò che abbiamo visto o ascoltato e alle nostre reazioni, interveniamo.

O = osservazione

R = reazione

G = giudizio

I = intervento

Per esempio, se osserviamo un panino, la reazione è che ci piace, il giudizio è che potremmo mangiarlo, l'intervento è che lo mangiamo.

Il processo è semplice, e avviene in ogni momento. Tuttavia, se l'osservazione mi fa vedere una cosa per un'altra, tutto il resto del ciclo è corretto, ma l'intervento non sarà appropriato. Per esempio, se osservo una ragazza in minigonna, la reazione è di attrazione, il giudizio è che è una ragazza disponibile, l'intervento è che le do un bacio. Ma in cambio ricevo uno schiaffo. Perché? Perché la ragazza aspetta il suo fidanzato e si è messa in ghingheri per lui. Quindi la mia catena mi ha portato sulla strada sbagliata.

Per non sbagliare dovrei aspettare, darmi una pausa per giudicare in modo corretto e intervenire in modo adeguato. La cosa migliore invece di parlare è chiedere e ascoltare, invece di agire è aspettare e capire meglio.

Un buon controllo del ciclo ORGI facilita i rapporti interpersonali, la gesitone delle riunioni e il dialogo.

Tecniche e strumenti - Tecniche di gruppo

Brainstorming

Sinettica

Diagramma affinità

6 cappelli per pensare

Finestra di Johari

Matrice di Gallup

Il ciclo Orgi