Home 

Benchmarking 

Definizioni

Problema, setting, solving

Orientarsi al problema

Aree di interesse

Quando ricorrere al problem setting

Metodologia

Tecniche e Strumenti

Una nuova professione

Link

 

Mappa del sito

Il benchmark è un banco di collaudo, dove si fa funzionare un meccanismo per un certo periodo, confrontandolo con un meccanismo simile che fa da campione. Il confronto delle prestazioni permette di valutare il livello del meccanismo in esame.

Per estensione, il benchmarking consiste nel confrontarsi con quelli che sono più bravi di noi, che hanno risolto bene problemi simili a quelli che noi stiamo affrontando. I più bravi possono essere sia concorrenti (ma è più difficile procurarsi i loro dati), sia organizzazioni diverse dalla nostra.

Per esempio, se vogliamo migliorare un processo logistico, possiamo confrontarci con corrieri postali, che sono specializzati nello smistamento e distribuzione dei plichi.

Il benchmarking può aiutarci nella definizione dei problemi, perchè un nostro disagio può essere stato già definito e risolto da altri, anche in campi molto lontani dal nostro.

Per esempio, nell'arrampicata sportiva è interessante ottenere la massima aderenza delle mani e dei piedi sulla roccia.. Per fare le suole delle scarpette ci si è rivolti alle gomme delle auto da corsa. Per le mani si è guardato alla ginnastica e si è adottata la polvere di magnesio. Anche i pile sono stati importati nell'abbigliamento alpinistico prendendoli dalla barca a vela.

In questo senso il benchmarking è usato anche come tecnica creativa, perché può dare luogo a prodotti innovativi. Si basa sul pensiero analogico, dove la fonte è costituita dal campione che scegliamo per il confronto, e il bersaglio è l'argomento da confrontare.

link

Tecniche e strumenti - Qualità

Benchmarking

Diagramma causa/effetto

CEDAC

Qualitest

Metamorfosi manageriale

Diagramma di Pareto

Analisi del campo di forze

PDCA (plan, do, check, act)

Matrice di Grassetti